La Natura del Gargano

1 settimana

Consigliato per bambini

Non accessibile con sedia a rotelle

Pensione Completa

Da 20 a 50

Natura

Questo Tour è consigliato agli amanti della natura. Sono previste escursioni a piedi in zone boschive e montuose. Si consiglia di munirsi di attrezzatura idonea da trekking quali: scarpe, zainetto, bastoncini telescopici, berretto, occhiali da sole oltre a macchina fotografica e cibi leggeri (frutta secca, snack). Si nota che, sebbene le escursioni siano incluse nel tour, non sono obbligatorie e si può comunque trascorrere la giornata in agriturismo dove verranno effettuate attività alternative come degustazioni, lezioni di cucina e relax.
Salento: amphitheater of Lecce

Giorno 1: arrivo

Arrivo in aeroporto. Partenza in bus per il Gargano dove verrete alloggiati in una azienda agrituristica al ridosso del mare nei pressi di Mattinata. Alloggio in camere doppie finemente allestite. In serata vi sarà offerta una degustazione di vini e prodotti tipici.
Otranto

Giorno 2: Monte Sacro

Prima colazione in agriturismo. In mattinata partenza per Monte Sacro, situato a pochi chilometri a nord del comune di Mattinata. Monte Sacro è una delle vette piu’ alte del Gargano (874 m). Quasi sulla sua cima, nascosti tra la fitta lecceta che ricopre i suoi versanti, ci sono i maestosi ed estesi resti dell’ Abbazia della SS. Trinità, edificata tra il IX e il XIII secolo, la cui influenza economica e territoriale si estendeva, in epoca medioevale, su vari comuni della capitanata e del barese. Il percorso inizia all’interno di un prato attraversato da un campo di pietre affioranti, residui di un processo carsico superficiale. Attraversato questo campo, inizia la salita lungo un sentiero che sale dal versante occidentale . Alla fine del percorso, la fatica è ripagata dalla vista dei maestosi resti dell’ Abbazia della S.S. Trinità. Ritorno in agriturismo per pranzo. Serata libera. Lunghezza del percorso: 1,5 kilometri Dislivello: 350 metri
Alberobello

Giorno 3: Vignanotica

Prima colazione in agriturismo. Al mattino partenza per Vignanotica. Il tratto costiero del Gargano meridionale, che va' da Manfredonia a Vieste è di grande interesse naturalistico e paesaggistico, ed ha attratto turisti da tutta Europa fin dagli anni ’60. Lo caratterizza una estesa copertura di pino d’Aleppo, le spiagge che possono essere estese e ciottolose, piccole e sabbiose oppure possono essere sormontate da bianchissime ed imponenti falesie a picco sul mare. Inoltre sono tantissime le grotte marine di varie forme e dimensioni che affascinano ed incantano un numero di turisti sempre crescente. Questo, in particolare, è un percorso panoramico tra i più belli e caratteristici del Gargano. All’ inizio del sentiero sulla destra appare la spettacolare vista di Baia dei Mergoli con i suoi famosi faraglioni. Il percorso, abbastanza agevole, prosegue tra una vegetazione tipicamente mediterranea e la bellissima pineta di pino d’Aleppo i cui esemplari dal tronco contorto sembrano volersi tuffare nel mare blu cobalto. Il percorso termina con la discesa nella pineta che circonda la Baia di Vignanotica, quest’ultima contiene un’incantevole spiaggia sormontata da altissime falesie bianche, destinazione finale di questo trekking. Ritorno in agriturismo per pranzo. Serata libera. Lunghezza del percorso: 2 kilometri Dislivello: 150 metri
Museum of wine Primitivo

Giorno 4: Foresta di Farajama

Prima colazione in agriturismo. Al mattino partenza per il bosco della Fajarama (San Marco in Lamis). Il sentiero è localizzato all’ interno del Bosco della Difesa, nel territorio di San Marco in Lamis, quindi nella parte sud occidentale del Gargano. E’ un bellissimo bosco mesofilo, con una grande varietà di specie arboree, funghi e felci. Come in tutto il settore occidentale del Gargano, anche in questo bosco sono evidenti le manifestazioni carsiche sia superficiali che profonde: doline, grotte, pozzi, campi solcati. Il percorso e’ ad anello e inizia nei pressi del convento di San Matteo, a poca distanza dalla frazione di Borgo Celano – San Marco in Lamis. Esso è ben tracciato con paletti di legno, segnaletica con informazioni naturalistiche e attraversa una valle boscata con splendidi noccioli dal fusto “ad arco”, aceri, faggi, cerri e pioppi tremuli. Arrivati alla sommità si percorre un tratturo circondato da lecceta, doline e rocce carsiche affioranti. Dopo aver superato una vecchia caserma delle guardie, un casolare dove svolgono le loro attività i boy-scout e un ampio pascolo, si scende giù a sinistra per la valle fino al punto di partenza. Ritorno in agriturismo per pranzo. Serata libera. Lunghezza del percorso: 6 kilometri Dislivello: 200 metri
Basilica of Saint Nicolas

Giorno 5: Monte Pulsano

Prima colazione in agriturismo. In mattinata partenza per Monte Sant'Angelo. L’Abbazia della Madonna di Pulsano è situata a 9 km ad ovest del comune di Monte S. Angelo, su un terrazzo circondato da valloni rocciosi e aridi in cui sono arroccate delle grotte utilizzate da eremiti (in numero di 24) e pellegrini come rifugio e luogo dove isolarsi e pregare, ma anche lavorare e coltivare i terreni circostanti. Il sentiero è segnato da chiazze di vernice rossa sulle rocce e si sviluppa tra i terrazzi e i muretti a secco ormai quasi tutti abbandonati, tipici dei valloni che circondano il comune di Monte S. Angelo. Arrivati giù nella Valle Campanile, si risale sul versante alla vostra destra che conduce all’eremo “Studio” e un centinaio di metri più a sud ci si inerpica sul sentiero scavato nella roccia per raggiungere l’Eremo Mulino, uno dei più grandi eremi della Valle. Mentre sul versante alla vostra sinistra è possibile visitare l’Eremo Mandre. Ritorno in agriturismo per pranzo. Serata libera. Lunghezza del percorso: 6 kilometri Dislivello: 300 metri
Ostuni

Giorno 6: foresta Umbra

Prima colazione in agriturismo. Al mattino partenza per la foresta umbra.  La Foresta Umbra è tra le foreste piu’ grandi (circa 12 mila ettari) e intatte d’ Europa. E’ situata a nord est del Gargano, tra i comuni di Monte S. Angelo, Vico del Gargano, Vieste e Carpino. Numerose sono le specie arboree e arbustive di questa immensa selva, tra queste spicca il faggio, che qui raggiunge altezze di notevoli dimensioni e può vegetare ad altitudini del tutto inconsuete ( 300 m, faggete depresse), ma anche i carpini, i lecci, i cerri, gli aceri, e i millenari tassi. Anche la fauna è ben rappresentata con numerose specie di uccelli (picchi, astore, poiane, merli, ghiandaie) e mammiferi (cinghiali, lupi, caprioli, gatti selvatici, martore, donnole). Non mancano nemmeno gli anfibi (rane, raganelle, rospi, tritoni), rettili e numerose specie di insetti. Questo è tra i sentieri più belli della Foresta Umbra. Inizia nei pressi della strada provinciale 528 che è diretta verso Vico del Gargano (km 17) presso la Caserma Sfilzi. Esso decorre a destra della Valle della Carpinosa in uno scenario caratterizzato da giganteschi faggi ed un sottobosco ombroso ricoperto solo di pungitopo e agrifogli. Nella Valle Carpinosa si estende la Riserva Naturale Integrale Sfilzi al cui interno merita di essere visitata l’omonima fontana: essa è un grosso vascone rettangolare pieno d’ acqua sormontato da una folta vegetazione di felci. Al suo interno vivono il tritone crestato ed il tritone italico. Questa zona è frequentata anche da cinghiali, volpi, caprioli e picchi. Il percorso termina presso la Caserma Caritate nei pressi della strada provinciale per Vieste. Ritorno in agriturismo per pranzo. Serata libera. Lunghezza del percorso: 8,2 kilometri Dislivello: 400 metri
Salento: la Taranta

Giorno 7: lago Salso

Prima colazione in agriturismo. In mattino partenza per Manfredonia. Il Lago Salso è una riserva del Parco Nazionale del Gargano, una zona umida ubicata a 9 km a sud di Manfredonia, quindi nel territorio di questa città. E’ una delle zone umide più importanti d’Italia per la sua elevata biodiversità di specie e in particolare dell’avifauna: qui sostano durante la stagione riproduttiva uccelli rapaci, limicoli, anatidi, trampolieri Il sentiero attraversa estesi pascoli asciutti e aree allagate dalle piogge invernali dove è possibile osservare questi animali intenti all‘alimentazione e al riposo. Ritorno in agriturismo per pranzo. Serata libera. Lunghezza del percorso: 2 kilometri Dislivello: nessuno
Salento: goodbye

Giorno 8: partenza

Prima colazione in agriturismo. Al mattino partenza alla volta dell’aeroporto per il ritorno a casa.

IL TOUR INCLUDE

  • Viaggio in Bus inclusi transfer per aeroporto
  • Guida escursionistica per tutte le escursioni
  • Guida turistica abilitata in lingua per 8 giorni
  • Sistemazione in camera doppia per 7 notti con trattamento FB
  • 1 degustazione di vino

IL TOUR NON INCLUDE

  • Tutto quanto non espressamente indicato nella voce “il tour include”
  • Escursioni extra

Controlla Disponibilità

Mattinata

Monte Sacro

Vignanotica

Bosco della Fajarama

Eremi di Pulsano

Foresta Umbra

Lago Salso

Itinerario

  • Mattinata
  • Monte Sacro
  • Vignanotica
  • Bosco della Fajarama
  • Eremi di Pulsano
  • Foresta Umbra
  • Lago Salso

Commenti

commenti

Pin It on Pinterest

Share This